LA FORZA DEL RESPIRO E LA CENTRATURA

 
In seguito all'articolo sul cuore: sempre dal punto di vista "interno", dello sguardo del cuore e della consapevolezza, voglio riportare l'esperienza in queste righe. Come ho scritto in altri articoli, il respiro è molto importante, proprio la prima cosa alla quale molti non diamo importanza. Dovrebbe essere il primo accorgimento al risveglio e l'ultimo alla sera prima di dormire, come minima cosa che si dovrebbe fare per noi stessi. E' sempre un punto di partenza per poi arrivare ad essere consapevoli del proprio respiro in ogni momento, dunque entrare in quella consapevolezza che vive nel "qui ed ora". E' un cammino che ha il suo tempo e dobbiamo darci il tempo necessario per crescere e avere pazienza con noi stessi. Nulla avviene subito, ogni cosa ha il suo tempo e ogni anima altrettanto.
 
La forza del respiro
Questa forza viene solo dall'intenzione chiara nei confronti di noi stessi; è la forza della vita, la voglia di vita che noi abbiamo, dunque se vi osservate il respiro, potete ben constatare da soli quanta voglia di vivere avete. Datevi un voto da 1 a 10 e se è basso, dite a voi stessi con intenzione dove volete arrivare in due settimane. E' solo un esempio che potrebbe tornare utile, un ricchiamo verso l'osservazione interiore. In seguito cominciate a respirare, ogni mattina almeno tre respiri con pausa di tre secondi prima di espirare. Ogni volta che vi sentite giù o per qualche motivo percepite della rabbia, rifate la stessa cosa, idem prima di dormire. Immaginate che respirate un'aria dorata e leggera. Nel trattenere percepite la freschezza di quest'aria che è arrivata nel cuore, da dove si espande in tutto l'organismo. Al fine del terzo respiro, vedetevi in questa bolla dorata che circonda il vostro campo aurico. Addormentatevi cosi, al sicuro, sapendo che la notte siete protetti da questa bolla. 
 
I colori possono variare, come ad esempio, per la rabbia sarebbe utile usare una bolla blu, dell'Arcangelo Michele, che tranquilizza, un pò come una camommila dell'anima, oppure la bolla verde se vi sentite vuoti nel cuore, quella dell'Arcangelo Rafaele e cosi via, ci si può sbizzarire, in quel momento noi diventiamo creatori.
 
Con la pratica questa forza aummenta e dunque anche la voglia di vivere e di vedere le cose intorno a noi da un lato positivo. Fino a qui abbiamo parlato della potenza del respiro. Ma se osservate attentamente, questa si riflette anche sull'equilibrio della vostra vita. Dunque se manca l'equilibrio nella vita, la chiave è sempre il respiro, ora vediamo il collegamento:
 
La centratura
Sappiamo che non abbiamo una centratura perfetta fino a quando non abbiamo conosciuto le facce dell'ego, fino a quando non abbiamo amato queste facce dell'ego, perdonato, e fino a quando non ci siamo spogliati dai vecchi vestiti, ovvero comprende anche il lasciare il passato laddove c'è attaccamento. Immaginate che la vostra energia, finchè si è nell'ego, pende tutta da una parte, dalla parte destra, esatamente la parte del cervello che si usa di più; la parte sinistra del cervello entra in funzione solo quando meditiamo o dormiamo. Ora, immaginate che il tubo pranico, quel tubo di cca 2 cm che a livello eterico attraversa il nostro corpo, è il centro di un orologio e la nostra energia che pende solo dal lato destro, è il pendolo. Questo è anche l'orologio della vita e della salute. Siamo tutti dunque squilibrati, chi più chi meno :).
 
Se manca la centratura, manca l'equilibrio, percepiamo forti giramenti di testa o minori giramenti di testa, l'intensità di questi, ci dice più o meno quale è il nostro equilibrio.  Ora vediamo come fare per raggiungere un equilibrio, nel tempo, non solo fisicamente ma in tutti i corpi e nella vita. Avete presente la meditazione della "fiamma viola"? Come spero sapete, prima di ogni meditazione c'è una base che è la stessa base del channeling. Mandare le radici al centro della terra e il filo che parte dal cuore fino al sole centrale (che in meditazione basta anche solo immaginarle come delle bolle un pò più grandi di noi situate sotto i piedi e rispettivamente sopra la testa). In base alla forza con la quale mandiamo le radici su e giù, noi riceviamo quella che è l'energia necessaria per aumentare la forza. Intanto più aumentiamo la forza e più diventiamo centrati. 
 
Nel fra tempo, si risolvono molte questioni in sospeso nella vita, abbiamo un contatto più aperto con quello che è il nostro angelo, più salute e al fine di trovare un dialogo migliore con noi stessi e riconoscere le nostre guide.
Questo però è solo uno sguardo veloce, il resto dipende solo da ognuno e dal tempo che trovate per voi stessi, dalla vostra stessa volontà nasce tutto. Noi siamo creatori, Dio stesso ci creo attraverso il Suo Soffio di Vita.
Buona centratura a tutti
Con amore Florentina

Video

Questa lista è vuota.

Sondaggio

TI SENTI DI ESSERE QUI CON UNO SCOPO?

SI (273)

67%

NO (8)

2%

FORSE (7)

2%

Se hai un talento contattami sull'indirizzo fb che trovi nelle INFO (120)

29%

Voti totali: 408