Capire Dio

01.11.2013 22:32

Siete una mista realtà di formule matematiche, chimiche, di suoni che formano colori e forme geometriche e tutto questo esiste in voi con la possibilità di continua espansione fino a toccare le parti più impensabili di voi stessi. Cosa vi trattiene nella vostra espansione? 

Immaginate che voi ora siete queste radici, da una parte è il bene, la serenità, la gioia 

da l'altra parte è il dolore, la sofferenza, le preoccupazioni, i pensieri

Ad un certo punto, osservate come entrambe le parti si uniscono e si irrobustiscono formando il tronco, una parte importante per sostenere l'albero. Ma quando si uniscono queste parti? Quando il bene compensa il male, quando avviene la comprensione che il male e il bene sono la stessa cosa che formano il tronco, la stessa sostanza. Allora queste due forze si uniscono e diventano una sola, il tronco dell'albero "della conoscenza".

Per arrivare a questa comprensione le due parti non si devono respingere. Lavora su tutte le tue imperfezioni e amale come ami i tuoi pregi, accettale come accetti te stesso e se ancora non ti accetti, comincia ora. Il tuo momento è ora e tu sei il tuo momento. Solo allora, le tue forze diventeranno una sola e aldilà di ogni illusoria separazione, tu diventi uno solo con la luce in te. Le tue imperfezioni sono li per farti vedere ma tu non le vedi, sono in te perchè solo cosi hai deciso che dovrai crescere, se non le ami, il tuo tronco crescerà debole, storto e non starà in equilibrio. Oppure non crescerà affatto. Amati e accetta.

Parliamo della corona dell'albero. I suoi rami che vanno sempre nella direzione del cielo, immaginate che sono le vostre eliche di DNA che si aprono e cominciano a prendere forma come se i suoni formassero delle forme e le fanno crescere ed espandere, raddoppiare, triplicare e cosi via. Un albero canta davvero mentre cresce, forte e sicuro che la terra ed il tronco lo sostengono. La terra lo sostiene con il nutrimento ed il tronco lo aiuta a stare in equilibrio. E' quando ha formato la sua corona, guarda in basso e  dice: ecco questo sono io!

Quando un'anima è arrivata ad avere la propria conoscenza di sè, a riconoscersi nel suo formare del tronco e della corona, essa non può negare che il cammino è stato l'aiuto per la sua crescita, anche se il cammino non è mai facile. Passare da un mondo duale a un mondo "ramificato" in tutte le esistenze, richiede molto corraggio, ferma decisione e grandi responsabilità, non di meno la consapevolezza di avere delle responsabilità verso se stessa. Avviene nella crescita individuale che nel riconoscersi, si arriva a comprendere che anche i cammini degli altri sono legati fra di loro, come una ragnatela.

Al primo strato di rami si vede più chiaro, si ha una maggiore consapevolezza della comprensione del momento. Si comprende che il passato fa parte del momento presente e non è più un passato, ma una frazione di se stessi. 

Immagina che i rami della tua corona abbiano questa forma, una doppia elica del tuo codice genetico, DNA, che nel tuo "ieri" era avvolto su se stesso ed ora, si sta aprendo. Si apre come un fiore per liberare da dentro di se la creazione stessa. Quanto può crescere la tua corona? Quanto può ramificarsi? All'infinito. Credi che potresti mai conoscere Dio? Magari no, ma potrai imparare a scoprirlo un pò alla volta, all'infinito. Le 12 eliche che si attiveranno nel prossimo avvenire per tutti, permetteranno all'umanità di sperimentare 64 sensi. 

Ora, comincia ad amare le tue radici, il tuo tronco e i tuoi rami. Dentro di te c'è un Dio da scoprire!

 

 

 

 

Video

Questa lista è vuota.

Sondaggio

TI SENTI DI ESSERE QUI CON UNO SCOPO?

SI (276)

67%

NO (8)

2%

FORSE (8)

2%

Se hai un talento contattami sull'indirizzo fb che trovi nelle INFO (120)

29%

Voti totali: 412